Al Memoriale della Shoah
l’eterno dramma dei curdi