Ancora 25 aprile/
Quei nuovi “partigiani”
che odiano gli ebrei