Autore: Paolo Mieli

Konrad Lorenz

I Nobel maledetti

di Paolo Mieli –  Come fu possibile che persone di grande ingegno e di altrettanto grande talento artistico si lasciarono...

balfo ur

Cent’anni di Balfour

di Paolo Mieli – Singolare accoppiata di ricorrenze per la storia di Israele. Quest’anno non cadono solo i cinquant’anni dalla...

gerusalemme3

Gerusalemme desiderata

di Paolo Mieli In un’intervista concessa nell’ottobre del 1999 da Faysal al-Husayni a Jeffrey Goldberg per il «New York Times...

aldo-piacenza

Quella maledetta
“alba di neve”
di sangue e di morte

di Paolo Mieli

C’è un’«alba di neve» che è entrata nella storia della letteratura italiana: quella del 13 dicembre 1943. Una «spettrale alba di neve» (così viene definita nella seconda edizione di Se questo è un uomo, pubblicata da Einaudi nel 1958), nel corso della quale Primo Levi fu arrestato in Val d’Aosta assieme a Luciana Nissim, Vanda Maestro e ad alcuni partigiani ai quali si era unito da pochi giorni.