Con gli “idioti intellettuali”
il suicidio dell’Occidente