Finita la pioggia di soldi europei
per i diffamatori di Israele