E l’Agenzia per la cooperazione italiana
finanzia 500 mila euro
per la salute sessuale delle palestinesi