Essere ebreo non è “insignificante”