Facciamo il punto
sulla “vicenda Netanyahu”