Gaza, il “colpo di genio” di Guterres