Il figlio di Abbas, “No ai due Stati”