La guerra, meglio prima che dopo