La protesta della destra “Lehava”
“In nessuna città araba
potrebbe esserci una marcia gay”