Lettere dall’inferno di Auschwitz
“Nudi, costretti a frustate
ad entrare nelle finte docce…”