Lo “strappo” di Bologna
Il rabbino capo contesta l’Anpi