Nuove annessioni di Israele?
“No a mutazioni dei confini
che non fossero frutto di un dialogo”