Perché il piano è rivoluzionario