Profughi, è tempo di prescrizione