Quando l’omelia è un comizio