Se il razzismo rotola
come un pallone