Norvegia, frana a nord di Oslo: 15 dispersi

Una dozzina di case sono state distrutte e molte altre sono rimaste inabitabili. Le autorità hanno parlato di “catastrofe” nella città di Gjerdrum.

 

Frana in Norvegia a Gjerdrum, cittadina a nord di Oslo

Dieci persone sono rimaste ferite, cinque delle quali sono state ricoverate in ospedale (una estremamente grave), e 15 rimangono disperse, dopo che una frana nel sud della Norvegia ha spazzato via una dozzina di case all’inizio di questo mercoledì (30.12.2020). La Polizia ha dovuto evacuare circa 700 residenti da un’area di circa 21 ettari.

La valanga si è verificata intorno alle 4 del mattino (ora locale) nella città di Gjerdrum, un’area di 5.000 abitanti situata a circa 30 chilometri a nord di Oslo. Oltre agli edifici distrutti, molte case sono sul punto di precipitare nel vuoto poichè sorgono ai bordi del cratere che si è formato a causa della frana. I lavori di ricerca non si sono fermati tutto il giorno.

“La frana a Gjerdrum è una catastrofe”, ha detto il primo ministro Erna Solberg, dopo aver visitato la zona a nord di Oslo in Norvegia. “Potrebbero esserci persone intrappolate, ma non possiamo esserne sicuri, per il fatto che siamo durante le vacanze di Capodanno e molte persone potrebbero aver lasciato le loro case”, ha detto il politico, che ha anche riconosciuto che i lavori di salvataggio richiederanno molto tempo. Le autorità non hanno escluso che ci siano persone morte.

 

La causa della frana Gjerdrum potrebbe essere la pioggia ed il terreno argilloso

 

“Diverse case sono state distrutte dalla frana. I servizi di emergenza, con l’aiuto della protezione civile e dell’esercito, stanno effettuando le evacuazioni”, ha detto la polizia su Twitter. “È impossibile effettuare salvataggi, se non usando elicotteri”, ha aggiunto Solberg, poiché il terreno è molto instabile e, raggiungere la zona con altri mezzi, metterebbe a rischio la vita dei soccorritori.

“Ci sono stati due tremori molto lunghi ed intensi e ho pensato che stessero spalando la neve o qualcosa del genere, ma poi la corrente si è interrotta e un vicino è venuto a dirci che dovevamo evacuare, a questo punto ho svegliato i miei tre nipoti e ho detto loro di vestirsi in fretta”, ha detto un abitante della zona.

Le copiose piogge degli ultimi giorni avrebbero ammorbidito il terreno argilloso del luogo, provocando lo smottamento, ha affermato la stazione NRK.

Post Correlati