Accoltellata ebrea adolescente
“Antisemitismo in Francia
Basta far finta di niente…”

Soldati dell’esercito francese sorvegliano una scuola ebraica a Parigi

Soldati dell’esercito francese sorvegliano una scuola ebraica a Parigi

di Yossy Raav –

Continua l’onda lunga dell’antisemitismo in Francia. Dopo l’incendio di due negozi kosher (che solo il mese prima erano stati sfregiati con due svastiche) a Creteil vicino a Parigi, un’adolescente ebrea è stata aggredita in una strada nel sobborgo di Sarcelles.

Francois Pupponi e Emmanuel Macron

Francois Pupponi e Emmanuel Macron

La vittima indossava l’uniforme della sua scuola privata ebraica, Merkaz-Hatorah, quando stava tornado a casa dopo la scuola. E’ stata un’azione fulminea, l’aggressore si è avvicinato e, senza dire una parola, ha colpito al volto con un coltello la ragazza che non ha avuto il tempo di rendersi conto che cosa stava succedendo. L’assalitore si è dato immediatamente alla fuga senza che la vittima riuscisse a guardarlo in volto.

images

“Senza dubbio un atroce attacco antisemita” ha dichiarato François Pupponi, un parlamentare della camera bassa del parlamento francese ed ex sindaco di Sarcelles, che ha squarciato il solito velo di ipocrisia che accompagna questi episodi. Vasti strati della società francese, si sa, tendono a minimizzare gli episodi di antisemitismo, a giustificare, ad alzare polveroni e dubbi.

img720965

“Non ho alcun dubbio che gli autori di questo attacco avessero motivi antisemiti – ha affermato Pupponi – Di fronte a questi atti, dobbiamo abbandonare la finzione e l’ingenuità. A Sarcelles, tutti sanno riconoscere un ebreo praticante secondo il modo in cui si vestono. Anche i delinquenti lo sanno. Quando qualcuno taglia la faccia di una ragazza con un coltello multiuso, quando indossa vestiti preferiti da molte donne della comunità ebraica, allora non c’è spazio per i dubbi.”

 

 

 

 

Condividi