Alice nel Paese delle meraviglie

alice-billypix_77992

ALice, il primo aereo elettrico israeliano

L’ultimo decennio ha segnato un numero elevato di pietre miliari tecnologiche israeliane in una sorprendente varietà di campi: dalla medicina all’alta tecnologia, all’esplorazione dello spazio. Alcuni di questi sorprendenti progressi includono la ricerca di potenziali cure per malattie come il cancro e il diabete e miglioramenti nei trasporti utilizzando dispositivi gestiti dall’intelligenza artificiale. Saltando nell’ignoto, Israele ha lanciato satelliti in orbita, come quelli comunicazione Amos, e all’inizio di quest’anno ha fatto la storia come il settimo paese a inviare un veicolo spaziale sulla Luna. Di seguito quelle che per noi sono state le prime cinque innovazioni israeliane del decennio

image

Aeroplano a propulsione elettrica

Eviation, una startup israeliana ha introdotto il suo primo aereo elettrico , in grado di percorrere brevi distanze fino a 650 miglia (1.050 chilometri) a circa 270 miglia (440 kmp). L’imbarcazione, chiamata Alice, non è solo più economica da produrre, ma produce anche emissioni zero, poiché si basa principalmente sull’elettricità e consuma pochissimo carburante. Man mano che il mondo diventa più verde e vengono fatti numerosi tentativi per ridurre l’impronta di carbonio umana sul pianeta, questa innovazione è di gran lunga uno sforzo creativo.

Alice può trasportare fino a nove passeggeri, inclusi due piloti. È dotato di sedili girevoli e persino di caricabatterie portatili per telefoni cellulari. Presentata al Paris Air Show lo scorso giugno, Alice è in grado di imbarcarsi su voli più brevi, come da Israele a Cipro o da Parigi a Tolosa. Eviation si aspetta che i suoi principali clienti siano compagnie aeree americane, in grado di servire linee a corto raggio negli Stati Uniti continentali come la rotta New York-Boston

skywater-cover-3129.768x432

Acqua dall’aria

Al fine di fornire acqua pulita alle comunità sottosviluppate, la startup israeliana WaterGen ha presentato il suo GEN-M, un generatore atmosferico di media scala (AWG) che fa uscire l’acqua dall’aria . Il dispositivo può produrre oltre 200 galloni (800 galloni) di acqua potabile pulita al giorno. GEN-M crea acqua raffreddando l’aria nel suo punto di rugiada naturale, quindi filtrandola e purificandola con carbone. Utilizzando i raggi ultravioletti, eventuali batteri rimanenti vengono successivamente eliminati, rendendolo adatto al consumo.

Mentre il prodotto è stato presentato per la prima volta nel 2010, è stato messo in servizio in paesi di vasta portata come Puerto Rico durante le conseguenze dell’uragano Maria nel 2017, in un piccolo villaggio vicino a Cúcuta, in Colombia, e in varie altre zone di disastro.

arriva-mobileye-in-italia-su-tutte-auto-sale-assistenza-alla-guida-sicurezza-e-oltre

Mobileye, in sicurezza sulle strade

La società ha lanciato questa invenzione nel 2011, con l’obiettivo di aiutare i conducenti a navigare su strade e autostrade con maggiore cautela. Il dispositivo Mobileye contiene una piccola fotocamera digitale dotata di algoritmi in grado di prevedere gli incidenti stradali, aiutando così i conducenti a viaggiare in modo più sicuro. Il sistema può avvisare un conducente quando tenta di cambiare corsia, avvertendo di una collisione o rilevando la presenza di pedoni nella strada. Il dispositivo di intelligenza artificiale salvavita è già stato installato da diverse case automobilistiche conosciute, tra cui Volvo, BMW, GM e altri. Dopo il successo mondiale, Mobileye è stata successivamente acquistata da Intel nel 2017.

crean-pancreas-artificial-que-ayudara-a-pacientes-diabeticos-nota-2-822x617

Pancreas artificiale

Il pancreas artificiale, come visto in una provetta (Betalin Therapeutics

In una possibile cura futura per il diabete, i ricercatori di Betalin Therapeutics hanno progettato il primo pancreas artificiale . Può essere inserito sotto la pelle, senza anestesia e “riprogramma” il pancreas naturale per funzionare correttamente, insegnandogli come amministrare correttamente l’insulina. Il pancreas, che si trova nell’addome, è un organo vitale cruciale per il processo digestivo. Nei pazienti diabetici, non produce abbastanza insulina, causando un aumento della quantità di zuccheri nel flusso sanguigno e portando a sintomi come nausea e mancanza di respiro.

Il rivoluzionario pancreas bio-artificiale di Betalin è stato progettato utilizzando il tessuto polmonare di suino e le cellule secrete dall’insulina. Può identificare il livello di zucchero nel sangue di un paziente e dispensare accuratamente la quantità necessaria di insulina secondo necessità, rendendo obsolete tutte le future iniezioni, farmaci o misure di glucosio nel sangue. “Stiamo imitando ciò che realmente accade nel corpo”, ha detto a Israel Hayom il dott. Nikolai Kunicher, CEO di Betalin Therapeutics.

Beresheet e la luna

Beresheet e la luna

Nel febbraio di quest’anno, Israel Aerospace Industries e SpaceIL hanno fatto l’impossibile – dopo anni di una combinazione di duro lavoro, ingegnosità israeliana e finanziamenti in bilancio – la prima navicella spaziale israeliana, Beresheet, ha lanciato sulla Luna. Beresheet – all’inizio – come fu giustamente chiamato, fu inviato nello spazio e orbitò attorno alla Terra per due mesi facendo affidamento principalmente sull’energia solare per risparmiare sui costi del carburante, prima che precipitasse sulla superficie lunare ad aprile.

Sebbene la comunicazione alla fine sia stata persa con l’imbarcazione, ha fatto la storia come la sonda più economica e leggera mai costruita. Beresheet ha generato un costo combinato di $ 100.000 ed è stato finanziato dal presidente SpaceIL Morris Kahn, dal Dr. Miriam e Sheldon Adelson, dall’imprenditore canadese Sylvan Adams, dal Ministero della scienza e della tecnologia, dall’Agenzia spaziale israeliana, dalle industrie aerospaziali israe Sebbene lo stato ebraico esista da 71 anni, è sulla rotta diretta del successo dell’innovazione tecnologica, dai nuovi sviluppi della medicina ai futuri progetti di esplorazione dello spazio.

(IsraelHayom)

Condividi