Ancora 25 aprile/
Perchè sfilare con la Brigata

milano1

di Valentino Baldacci –

A Milano è stata una bellissima giornata per chi crede ai valori della libertà e della democrazia e crede che lo Stato d’Israele rappresenti una delle più significative realizzazioni di questi valori.

unnamed

Valentino Baldacci

Il corteo del 25 aprile è stato davvero imponente – circa 70.000 persone – e anche noi dell’Associazione Italia-Israele di Firenze abbiamo dato il nostro contributo simbolico sfilando insieme alle insegne della Brigata ebraica.

Abbiamo incontrato tanti amici che hanno voluto dimostrarci la considerazione nella quale è tenuta la nostra Associazione. Quest’anno abbiamo voluto essere a Milano perché ci sembrava importante essere presenti nella capitale dell’antifascismo in un periodo così difficile: dal prossimo anno torneremo a partecipare, come negli anni scorsi, al corteo di Firenze.

IMG_8608

Voglio anche dire che mi sembra inutile fare troppe polemiche sulla presenza dei filopalestinesi: non solo erano quattro gatti, ma non hanno nemmeno partecipato al corteo: stavano di lato, soprattutto a San Babila, per gridare insulti contro lo striscione della Brigata ebraica e contro i vessilli che ricordavano i campi di sterminio.

E’ giusto così, non hanno nessuno titolo per partecipare al corteo del 25 aprile, è bene che ne stiano fuori come i loro omologhi fascisti. I milanesi l’hanno capito benissimo salutando con applausi il passaggio dello striscione della Brigata ebraica e della bandiere d’Israele.

 

 

 

Condividi