Ashkenazi incontra Maas.
“Applicheremo il piano Trump
 in modo responsabile e in sicurezza”

, Heiko Maas e Gabi Ashkenazi

  Il piano Trump sarà “applicato in maniera responsabile, in pieno coordinamento con gli Usa, mantenendo al tempo stesso gli accordi di pace e gli interessi strategici di Israele”. Lo ha detto il ministro degli esteri israeliano, Gabi Ashkenazi, incontrando a Gerusalemme il suo omologo tedesco Heiko Maas. “Intendiamo farlo – ha spiegato – in dialogo con i nostri vicini. Israele vuole pace e sicurezza”.

Ashkenazi ha anche ringraziato il governo tedesco per aver messo fuorilegge di recente gli Hezbollah libanesi. Secondo fonti ufficiali citate in forma anonima da Times of Israel, il premier israeliano Benyamin Netanyahu starebbe pensando a una mini annessione e senza la Valle del Giordano, almeno in una prima fase nell’estensione – sulla scia del piano di pace di Trump – della sovranità di Israele a parti della Cisgiordania prevista per i primi di luglio.

In pratica – secondo le fonti – la mini annessione riguarderebbe i tre grandi ‘blocchi’ degli insediamenti ebraici più grandi, più antichi nel tempo e stabili: Maalè Adumim, Gush Etzion e Ariel. Aree ben definite anche dal punto di vista geografico e di mappatura dei confini, che si trovano le prime due a sud e a est di Gerusalemme, mentre la terza è nel nord est della Cisgiordania ma collegata ai sobborghi di Tel Aviv. Se così fosse – ha fatto notare le fonti – l’esclusione della Valle del Giordano, almeno nella fase iniziale, permetterebbe di non approfondire le tensioni con la confinante Giordania, che ha già manifestato netta opposizione alle intenzioni israeliane.

(Ansamed).

Condividi