Aspri scontri per sgomberare
l’avamposto illegale di Amona

epa05775813 Israeli settler Tamar Nizri reacts as she stands on the remains of her housing unite that was destroyed by an Israeli bulldozer during the demolition of the illegal Jewish settlement of Amona at the West Bank, 07 February 2017. Israeli police on 02 February completed the evacuation of Jewish settlers from the West Bank settlement of Amona in compliance with an Israeli court order that ruled the settlement illegal.  EPA/ABIR SULTAN

Reparti della Guardia di frontiera israeliana hanno sgomberato oggi decine di coloni che si erano barricati nell’avamposto illegale di Amona (presso Ramallah, in Cisgiordania) al termine di aspri scontri in cui sono rimasti feriti sei agenti e tre dimostranti.

I dimostranti – ha riferito la radio militare – hanno lanciato contro le forze dell’ordine spranghe di ferro e pietre, ed hanno cosparso di olio una strada vicina. In seguito altri coloni hanno bloccato il traffico stradale presso il vicino insediamento di Ofra.

Bezalel Smotrich

Bezalel Smotrich

L’opposizione di sinistra ha duramente criticato il comportamento violento dei coloni, fra cui si trovava anche il deputato di estrema destra Bezalel Smotrich. “Quel gruppo di estremisti – ha rilevato il leader laburista Avi Gabbai – si è abituato a pilotare a piacimento il governo e a vedere Benyamin Netanyahu arrendersi ad ogni loro richiesta”. Peace Now ha inoltre invocato che siano indagate a fondo “collusioni” fra i dimostranti ed enti pubblici che – secondo il movimento -potrebbero aver finanziato le loro attività.

(Ansamed)

Condividi