Banca d’Israele record
Le riserve in valuta estera
hanno superato
i 100 miliardi di dollari

An Israeli flag flutters outside the Bank of Israel building in Jerusalem August 7, 2013. REUTERS/Ronen Zvulun

Con un aumento di 3,16 miliardi rispetto al mese precedente, lo scorso gennaio le riserve israeliane in valuta estera hanno superato la soglia dei 100 miliardi di dollari, il livello più alto da quando la Banca di Israele è stata fondata nel 1954. Un comunicato apparso martedì sul sito web dell’Istituto attribuisce l’aumento ad acquisti in valuta estera pari a 50 milioni di dollari, a una rivalutazione che ha aumentato le riserve di circa 868 milioni di dollari, a trasferimenti statali all’estero per un totale di circa 2,2 miliardi di dollari e trasferimenti nel settore privato pari a circa 28 milioni di dollari. Alla fine del 2016 le riserve in valuta estera israeliane risultavano per il 70 per cento in dollari, il 25  in euro e il 5 per cento in sterline inglesi.

Condividi