Bangkok, nell’albergo dell’amore
la stanza più richiesta
è quella di Hitler e del comunismo

room-640x400

di Nick Gimbel –

C’è un albergo a Bangkok che è un coacervo di orrori. E’ il Villa Love Hotel che , invece di essere, come suggerisce in nome un inno all’amore, raggruppa una serie di stanze che simboleggiano genocidi e persecuzioni. E, naturalmente, la stanza che raccoglie i maggiori consensi quale poteva essere se non quella di Hitler, del nazismo  e del comunismo, le due facce di una medaglia che racconta sangue e dolore, strage e stermini?  

War_big_1

Efraim Zuroff

Efraim Zuroff

Altro che inno all’amore, un inno alla morte. “Questo è veramente terribile”, ha detto Efraim Zuroff, capo del Simon Wiesenthal Center. “È orrendo, assolutamente disgustoso. Mostra una totale mancanza di conoscenza e istruzione su Hitler, il danno che ha causato e gli orribili crimini che ha commesso nella seconda guerra mondiale.”

0_0225_NWS_SBS-L-COOPER

Abraham Cooper

“L’idea che qualcuno possa vedere Hitler come una sorta di figura iconica degna di arredare una stanza d’albergo a tema è inconcepibile”, ha detto il rabbino Abraham Cooper, anche lui del Simon Wiesenthal Center.

 

 

Condividi