Bombardato il deposito d’armi
della milizia “Hashd al-Shabi”

deposito-armi-Before-and-After

Il deposito d’armi prima e dopo

Vi sarebbe un attacco aereo dietro alle esplosioni verificatesi lunedì scorso in un deposito di armi a sud di Baghdad (in Iraq) appartenente a una milizia sciita sostenuta dall’Iran. E’ quanto emerge da una valutazione della società israeliana di immagini satellitari ImageSat International che ha diffuso le foto del sito.

La milizia Hashd al-Shabi

La milizia Hashd al-Shabi

Secondo ImageSat International il deposito, che misurava m 140×180, apparteneva alla milizia Hashd al-Shabi (“Mobilitazione popolare”) e si trovava all’interno della base militare irachena di Al-Saqr. “L’edificio principale risulta distrutto, con significativi segni di danni collaterali – afferma ImageSat International – In base alle caratteristiche dei danni, è probabile che l’esplosione sia stata causata da un attacco aereo seguito da esplosioni secondarie degli ordigni immagazzinati”.

Una persona è morta a altre 29 sono rimaste ferite nell’esplosione, secondo Sky News Arabia. L’incidente ha suscitato diffuse critiche per il fatto che il deposito di armi si trovava vicino a una zona residenziale, mettendo in pericolo i civili. No comment delle Forze di Difesa israeliane.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

Condividi