Bruxelles, il museo ebraico
a tre anni dal massacro
ospita una mostra di speranza

391616

di Adir Amon –

Tre anni dopo il massacro al Museo ebraico di Bruxelles, dove trovarono la morte due israeliani, è stata inaugurata la mostra “Belgio, luogo di accoglienza”. Una rassegna che vuol eessere una testimonianza ed un segnale di speranza. Pascale Falek-Alhadeff, curatore della mostra, ha dichiarato all’emittente belga RTBF che la mostra ha lo scopo di favorire la creazione e l’apertura di un museo dedicato all’immigrazione. ” I problemi legati all’immigrazione devono essere trattati attraverso ascoltando la coscienza storica”.

La mostra rimarrà aperta fino al 19 marzo, altra data sensibile nella coscienza del popolo ebraico. Sei anni fa per un attentato di matrice islamica trovarono la morte nelle città di Montauban e Tolosa  tre militari e quattro civili di religione ebraica.

Condividi