Budapest, riaprirà nel 2020
la storica sinagoga di Rumbach

na visione generale mostra la rinnovata sinagoga di Rumbach Street a Budapes

La sinagoga di Rumbach Street

di Carlo Breme –

La sinagoga di Rumbach Street a Budapest è più che un luogo di culto, è un simbolo. Dopo i carrarmati russi del 1956 ed il dominio comunista, molti ebrei emigrarono e la sinagoga alla fine cessò di “vivere”. E solo la caduta del comunismo nel 1989 ha consentito una ripresa della vita della comunità ebraica è ripresa. La comunità conta ora circa 100.000, con nuove scuole e rinnovate sinagoghe e la stessa Rumbach riaprirà all’inizio del prossimo anno dopo decenni di colpevole abbandono…

la-cupola-della-sinagoga

Costruita in uno splendido stile revival moresco nel 1873, la Rumbach – una delle sinagoghe più importanti di Budapest – tornerà ad essere pienamente  luogo di culto per l’osservanza religiosa e fungerà anche da centro culturale per concerti, conferenze ed esibizioni.

Ma non solo. La sinagoga si trova in mezzo a nuovi ristoranti e bar chic che hanno trasformato l’ex ghetto ebraico di Budapest in uno dei quartieri più importanti della vita notturna della capitale. Ospiterà anche una caffetteria dove i visitatori avranno la possibilità di assaggiare i “flodni”, la tradizionale e ricca torta ebraica con cinque strati di pasta e quattro ripieni: marmellata di semi di papavero, mela, noce e prugna.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

 

 

Condividi