Caccia al rabbino

im g

di Giulio Meotti –

In Germania da un po’ di tempo hanno inaugurato un nuovo sport: caccia al rabbino. Non passa settimana senza che una personalità ebraica non sia aggredita per strada.

67848277_10218934106533513_4068288495599222784_o

68302381_10218934106413510_8512126161306779648_n

Due giorni fa, la famiglia di un rabbino di Monaco di Baviera. Una settimana prima era stato un rabbino di Amburgo. Sputi, calci, offese, spintoni, ceffoni, quando va bene.

Se la lotta all'”islamofobia” (leggi critica dell’Islam) è utile al regime multiculturale-progressista-borghese, la denuncia dell’antisemitismo è ben dannosa e va rimpiazzata con un vuoto culto della memoria, al massimo se l’antisemita è di destra. Ecco perché simili notizie di aggressioni in Europa non fanno notizia.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

Condividi