Calabria: il programma per la giornata europea della Cultura Ebraica


La giornata europea della cultura ebraica 2020 in Calabria si veste dei colori variegati delle antiche Judecche, gli antichi quartieri ebraici.
Un percorso per “toccare” la storia ed i reperti dell’antico retaggio judaico ed arrivare al retaggio rimasto.
Un percorso attraverso i Poli Museali della Calabria, il Museo Nazionale di Reggio , i Musei della Soprintendenza per i Beni Archeologici e Belle Arti della Calabria a testimonianza di un passato florido. L’espulsione degli Ebrei iniziato nel meridione con l’Editto di Alhambra da parte dei Regnanti di Spagna nel 1492 e seguito successivamente da altri decreti in Calabria provocarono una crisi economica di cui rimangono le documentazioni del tempo .
Rimane la memoria judaica tuttavia, tenacemente attaccata a questi luoghi, luoghi ove fu subita una ingiustizia.
Seguendo i profumi dei cedri della riviera costruiremo il percorso ebraico verso i porti del nord . Ma ricorderemo anche le seta preziosa prodotta in Calabria e attraverso i suoi fili arriveremo a vederla rinascere oggi nonostante 500 anni dall’Editto di Espulsione .
Non potendo fare eventi per il Covid, tracceremo pochi minuti di video per località, una piccola parte di eredità ebraica calabrese a testimonianza di un fascino ancora presente.
Circa trenta le località raggiunte, testimonianze locali raccolte, da tutti con entusiasmo.
La Regione Calabria e le Istituzioni locali hanno dato il loro saluto e patrocinio .

Roque Pugliese
Delegato per la Giornata Europea della Cultura Ebraica -Calabria-

Condividi