Com’è verde la mia valle…

1

di Noemi Penna –

Una collina verde. E’ questo che può sembrare ad un primo sguardo. Peccato che quella che vedete in questa foto non sia erba ma vetro. O meglio, una discarica di vetro. Avete letto bene. Si tratta di un enorme cumulo di bottiglie rotte, pronte per essere riciclate dallo stabilimento Phenicia Glass Works della città di Yeruham. 

2

Noemi Penna

Noemi Penna

Questa è l’unica fabbrica di contenitori in vetro in Israele. Produce un milione di bottiglie al giorno per i giganti del settore, tuttti i maggiori brand da Coca Cola a Heineken, così come per le aziende vinicole israeliane e le compagnie petrolifere.

Ma di tutti questi contenitori, circa 300 mila escono dai forni con dei difetti.Tutti gli scarti vanno quindi a creare delle «colline» alte 15 metri e larghe 70 metri, come un campo da calcio.

2

Ironia della sorte, il verde del vetro le fa sembrare ricoperte d’erba. Un paesaggio suggestivo, soprattutto perché si trova al ridosso del deserto. Queste colline sono state fotografate in ogni stagione e a diverse ore del giorno

3

E se le si guardano da lontano, la luce che si scontra con i pezzetti di vetro crea infiniti riflessi che conferiscono alle dune verdi una «allure» quasi magica. Ben diversa al quella che hanno se guardate da vicino, visto che non sono nient’altro che una discarica permanente a cielo aperto.

4

Questo stabilimento si trova nella regione del deserto del Negev ormai da mezzo secolo e rappresenta una delle principali fonti di reddito della zona. La politica di protezione ambientale dell’azienda prevede il riciclaggio completo degli scarti, così come per il vuoto a rendere. Ma prima di essere «fuso», tutto il vetro raccolto va ad alimentare questo inusuale paesaggio, in attesa di nuova vita. Una presenza costante, entrata a far parte della «geografia» della zona.

 (Stampa)

 

Condividi