Condannato il soldato Elor
Sparò a un palestinese

soldatoassassino1

Ai “progressisiti” col cachemirino e la kefiah di ordinanza. Ai “buonisti” della prodigiosa estrema sinistra italiana. Ai “pacifinti” di tutto il mondo sbattiamo in faccia questa condanna. Vedete, la differenza tra voi e Israele, l’Israele che vi permettete di boicottare ogni ora di ogni giorno che il buon Dio manda in terra è tutta qui: Israele è uno Stato di diritto mentre voi appartenete alla dittatura del vostro oscuro ideale.

soldatossassino2Condannato il soldato israeliano Elor Azaria. Nel marzo del 2016, a Hebron, il palestinese Abd Fatah al Sharif fu ucciso dopo aver aggredito con un coltello un soldato israeliano. Un tribunale militare israeliano ha riconosciuto il sergente Elor Azaria colpevole dell’omicidio per aver sparato ad Al Sharif senza un valido motivo, quando l’uomo era già stato ferito e immobilizzato. Il processo ha profondamente diviso l’opinione pubblica israeliana, ma la corte marziale ha respinto le tesi della difesa. Azaria rischia fino a vent’anni di carcere, ma è probabile che la pena sarà più leggera.
Dopodiché, scendete dal trespolo fragile sul quale siete saliti e chiedete scusa a Israele per le nefandezze che gli avete riservato. Opinione pubblica israeliana divisa davanti alla decisione dei giudici. Anche questo è democrazia, ricordatevelo prodigiosi estremisti dell’antisionismo tout court. Voi state alla democrazia come un ayatollah iraniano mentre libera una colomba bianca. Fuori dalla sede dell’esercito, a Tel Aviv, centinaia di israeliani stanno manifestando contro la condanna del militare. I cittadini israeliani restano divisi tra chi difendeva il soldato e chi lo riteneva responsabile di un gesto immorale e contrario al codice militare.

Condividi