Corbyn, Momentum
e la sinistra antisemita

Momentum-rally-3

di Avi Bareli –

Il leader del Partito laburista britannico Jeremy Corbyn è stato accusato ripetutamente  di antisemitismo su base giornaliera. Gli episodi sono molteplici e clamorosi,come ad esempio  elogio del 2012 per un murale ritenuto da molti anti-semita, la partecipazione alla Conferenza del Qatar nel 2012 con Khaled Mashaal, capo dell’ufficio politico di Hamas e leader dei terroristi che hanno compiuto molte stragi   di israeliani.  

Avi Bareli

Avi Bareli

Anche Momentum, l’organizzazione di sinistra fondata da un ebreo britannico che contribuì a spingere Corbyn alla leadership del partito laburista e sventò il suo licenziamento è anche viziata dall’antisemitismo. Per chiunque abbia familiarità con la storia della Sinistra Europea, ovviamente non è una sorpresa.

L’odio di Corbyn per Israele non è la fonte del problema dell’antisemitismo laburista. È vero, la crisi del Labour si è concentrata sulla questione se il codice etico del partito possa proibire o permettere di riferirsi alla fondazione di Israele come un “evento razzista”.

1779743_587071808042646_1127658949_n

Jeremy Corbyn

È anche vero che Corbyn ha combattuto senza successo per questa posizione per non essere considerato antisemita e, di conseguenza, potrebbe essere costretto a soffocare il suo odio per Israele. Ma Corbyn stava combattendo non solo per il diritto di esprimere il suo antisemitismo, ma piuttosto per preservare lo spirito populista che lo rendeva leader del partito, una posizione comoda da cui diventare il primo ministro britannico. Vale la pena notare che la crisi dell’antisemitismo non ha danneggiato il Labour nei sondaggi di opinione. Il lavoro è infatti diventato più forte.

Leaflets for Momentum, the group set up to support Jeremy Corbyn, leader of the U.K. opposition Labour Party, sit on a table after an event held on the sidelines of the Labour Party annual conference in this arranged photograph in Liverpool, U.K., on Wednesday, Sept. 28, 2016. Jeremy Corbyn, leader of the Labour Party, will order his rebellious lawmakers to fall into line behind him and prepare for a general election he’ll say he expects Prime Minister Theresa May to call next year. Photographer: Luke MacGregor/Bloomberg

La spiegazione di questo fenomeno è semplicemente che l’antisemitismo è una parte inseparabile della caratteristica populista del movimento Momentum che ha portato Corbyn al potere, a sua volta parte di una tendenza più ampia della sinistra europea. Il populismo di sinistra di Corbyn è in effetti simile al populismo del partito democratico americano, al movimento a cinque stelle in Italia, al partito spagnolo Podemos (“We Can”) e alla francese France Insoumise (“Unbowed France”).

Come con la destra, il populismo di sinistra è il risultato di un appassionato risveglio dell’opinione pubblica popolare contro la classe dominante. Questo risveglio sconvolge gli accordi, i regolamenti politici e gli equilibri raggiunti all’indomani delle crisi del 20 ° secolo. Fomenta anche l’antisemitismo, che ultimamente è stato visto soprattutto a sinistra.

TELEMMGLPICT000127825574_trans_NvBQzQNjv4BqqVzuuqpFlyLIwiB6NTmJwZZE7hNicH6S6fE0gMXesRU

Corbyn non voleva piegare la testa in segno di sottomissione ai suoi colleghi del Labour, che cercavano di impedire la distruzione del partito a causa dei suoi membri divisi opinioni sulla controversia antisemitismo. Non volevano che il vento soffiasse sulle vele di Momentum. Dopo tutto, l’organizzazione, composta da una rete di attivisti appassionati, è fiorita sui social media. L’antisemitismo non è l’essenza dell’ideologia di sinistra; contraddice le sue ipotesi umanistiche. Ma dal punto di vista sociologico, l’antisemitismo è strettamente correlato al risveglio della protesta sociale.

La divisione tra ideologia e sociologia è particolarmente evidente nel populismo di sinistra attualmente in aumento in Europa e negli Stati Uniti . L’ideologia o programmi organizzati come gli sforzi di nazionalizzazione laburisti del 1945 non sono il punto di forza del populismo di sinistra ma della sociologia. Dichiarazioni e parole radicali possono arruolare le masse.

OcSGPXQn_400x400

I loro piani possono essere riassunti non come un cambiamento fondamentale del rapporto tra produzione e struttura dell’economia globale, ma la ridistribuzione delle risorse – con il chiaro potenziale di scivolare nel modello distruttivo ora visto in Venezuela che ciò comporta.

Quando le emozioni sono al centro del dibattito in Europa, non sorprende vedere l’antisemitismo che fa da contraltare alla sinistra. Il pericolo è chiaro: l’antisemitismo è incorporato nella miserabile situazione della sinistra. La sinistra non ha un piano pratico per salvare la società dalla disuguaglianza creata dalla destra. Ha solo retorica. E quando la retorica è la cosa principale, la bestia antisemita sarà sempre al centro

 

Condividi