Coronavirus
L’ottimismo è un lusso
che non ci possiamo permettere

nn

Peter Piot

di Giulio Meotti –

Se non volete ascoltare me, ascoltate Peter Piot, lo scienziato che ha scoperto Ebola. Ha appena dato una intervista al Financial Times sul coronavirus: “E’ grave, non possiamo permetterci di non considerarlo una minaccia seria.”

“ Potrebbe finire tra pochi mesi – ha detto Piot – ma non dimentichiamoci che stiamo già superando i 1.000 morti. Non è un dettaglio. Ora, diciamo, il tasso di mortalità è dell’1 per cento. La grande domanda è: quante persone verranno infettate? Centinaia di migliaia o milioni? Ora l’1 per cento di un milione è 10.000; sono 10.000 persone che moriranno.”

a222efc584859113d79c0a18d84a42a2

“Non è la Sars, questa è la buona notizia. La cattiva notizia è che si diffonde molto più velocemente. Il virus Sars si trova in profondità nei polmoni. Questo virus è in gola e molto più contagioso. Tutto ciò che abbiamo sono modi di contenimento medievali: isolamento, quarantena, tracciabilità dei contatti”.

Ora ricordate quello che ho già detto, citando lo storico Walter Laqueur: in guerra si salvano sempre i pessimisti, l’ottimismo fideistico è un lusso che non ci possiamo permettere.

 

o permettere.

Condividi