Covid, Gaza trema
Due giorni di lockdovn

Le autorità palestinesi di Gaza hanno proclamato lo stato di emergenza in tutta la Striscia e un lockdown di almeno 48 ore dopo aver scoperto un focolaio di coronavirus in un supermarcato della località di Deir el-Balah e un altro focolaio nel campo profughi di al-Maghazi, dove è stato subito imposto il coprifuoco. L’annuncio è stato fatto nella serata dal portavoce del ministero dell’ informazione Salama Maaruf in una conferenza stampa trasmessa in diretta.

Il portavoce ha aggiunto che nel campo profughi di al-Maghazi sono stati scoperti quattro malati, tutti membri della stessa famiglia.

Nei prossimi due giorni resteranno aperti solo ospedali e panifici e tutte le altre attività saranno bloccate. Durante il drammatico annuncio, riferiscono fonti locali, nelle strade di Gaza si sono viste scene di panico mentre gli agenti sospingevano a forza i passanti a rientrare nelle proprie abitazioni.

Dall’inizio della pandemia a Gaza si erano registrati solo 109 casi, tutti individuati e bloccati al valico di Rafah con l’Egitto o al valico di Erez con Israele. Ma all’interno della Striscia, dove vivono due milioni di persone, non c’erano stati finora contagi. Due mesi fa si era avuto anche il decesso di una malata giunta dall’Egitto.

(Ansa)

 

What do you want to do ?

New mail

Condividi