neonazi-breivik-2
Non è mai facile scrivere di una tragedia, immaginaria o reale che sia. Soprattutto non è facile scrivere un testo teatrale che tragga spunto da una delle vicende più disumane della storia recente: la strage nella città norvegese di Utoya. “Save the date”, il programma di Rai Cultura in onda venerdì 27 gennaio alle 20.40 su Rai5, si apre con lo spettacolo di Serena Sinigaglia che, insieme a Edoardo Erba, racconta la strage di Utoya del 2011, aiutata dalla consulenza di Luca Mariani, autore del libro “Il silenzio sugli innocenti”. Uno spettacolo per non dimenticare le vittime di un gesto di lucida follia ma, soprattutto, per continuare a credere che il male si può combattere solo con il bene.
rai5
Si continua con la “La Gazza Ladra” di Rossini, in scena al Teatro Petruzzelli di Bari, che il giovane regista Damiano Michieletto trasforma in un’opera moderna, ricorrendo a una scenografia ricca di effetti speciali.
“Save the date” prosegue il suo appuntamento con la cultura, segnalando una mostra dedicata a uno dei più influenti e prolifici artisti che hanno segnato la scena culturale italiana contemporanea, Fabio Mauri, intitolata “Retrospettiva a luce solida”. Il Museo Madre di Napoli ospita la più completa delle mostre dedicate all’artista, la seconda dopo quella del 1994 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.
bergen belsen
Un altro appuntamento è con la quarta edizione de “Il mese del documentario”, per un viaggio in una delle nuove tendenze cinematografiche che sta appassionando sempre più il grande pubblico.
In chiusura, il ricordo di uno dei periodi più oscuri dell’umanità, quello della Shoah e delle deportazioni di massa di milioni di ebrei nei campi di concentramento di Auschwitz, Dachau e di Bergen-Belsen. Il punto di vista è quello di una sopravvissuta a quelle atrocità, memore del dolore subito dai nazisti: l’autrice di origine ungherese Edith Bruck che racconta i ricordi di una vita trascorsa con il poeta Nelo Risi. Così il ritratto di un amore diventa l’occasione per fare un bilancio della propria vita, racchiusa nel suo ultimo libro, “La rondine sul termosifone”.