Divieto ai membri della Knesset
di salire sul Monte del Tempio

img788010

Shuli Moalem e Yehuda Glick all’entrata del Monte del Tempio

di David Sinai –

Il primo ministro Binyamin Netanyahu ha vietato a tutti i membri della Knesset di salire sul Monte del Tempio. In una lettera inviata al parlamento e ai capi dei servizi di sicurezza, in qualità di capi dell’istituzione della difesa, il capo del Consiglio di sicurezza nazionale ha spiegato che la direttiva è stata data alla luce della “valutazione da parte dei funzionari dell’intelligence secondo la quale è molto alta la possibilità che si verifichino episodi di violenza in questi giorni per una serie di avvenimenti e manifestazioni indette dai palestinesi”.

L’ordine di Netanyahu rimarrà in vigore fino al 15 giugno, che segnerà la fine del mese musulmano del Ramadan. Il divieto potersi recare sul Monte del Tempio sarà riesaminato all’inizio della estate.

Yuli Edelstein

Yuli Edelstein

Il portavoce della Knesset Yuli Edelstein ha inviato una lettera ai membri del parlamento nazionale informandoli della direttiva del primo ministro. “Vorrei portare alla vostra attenzione l’opinione dei funzionari della sicurezza che, alla luce della situazione di instabilità della sicurezza, proibisce la visita al Monte del Tempio. Per senso di responsabilità e per proteggere la sicurezza dei cittadini israeliani, tutti dobbiamo attenerci alle direttive, nonostante questo divieto rappresenti per tutti noi un dolore”

 

 

Condividi