Duemila soldati riservisti
richiamati per la lotta al Covid

Soldati delle Forze di Difesa israeliane in un centro per test coronavirus a Tel Aviv (

Il ministro della difesa israeliano Benny Gantz ha approvato, la mobilitazione entro la fine di luglio di 2.000 soldati riservisti per aiutare nella campagna contro il coronavirus. Andranno ad aggiungersi ai 750 già mobilitati per lo stesso scopo

Condividi