E sono due. Scovato un altro tunnel
Può passare un intero battaglione
portando artiglieria, moto e trattori

Soldati israeliani mostrano al comandante dell'UNIFIL il Maggiore, il generale Stefano Del Col, un tunnel di Hezbollah penetrato nel territorio israelia

Soldati israeliani mostrano al comandante dell’Unifil il generale Stefano Del Col, il tunnel di Hezbollah penetrato nel territorio israeliano

di David Sinai –

E sono due. L’esercito israeliano ha localizzato un secondo tunnel di attacco transfrontaliero di Hezbollah nella Galilea occidentale, dopo averne scoperto un altro passaggio sotterraneo due giorni fa  nella parte orientale della regione. Il tunnel è stato realizzato nel villaggio libanese di Ramyeh sotto un certo numero di case e ha attraversato il territorio israeliano nei pressi del villaggio di Zarit.

WhatsApp_Image_2018-12-04_at_20.48.12_1

Il Primo Ministro Netanyahu (a destra) informa diplomatici stranieri sul confine israeliano con il Libano

Netanyahu   mostra il tunnel ai diplomatici stranieri

Secondo quanto trapelato  i tunnel scoperti  erano abbastanza grandi da essere usati da “interi battaglioni” per entrare nel territorio israeliano e “compiere blitz, uccisioni e rapimenti e catturare città e villaggi israeliani”.

“Se guardi i tunnel di Hamas, sono molto stretti, fondamentalmente per una persona – ha detto Netanyahu – I tunnel di Hezbollah, invece, sono ampi, grandi. Sono percorribili da più persone anche motorizzate, con trattori, motociclette… Possono, insomma,  far passare battaglioni nel nostro territorio ed agire di sirpresa..”

 

 

Condividi