“Ebrei come il Ku Klux Klan”
L’ultimo delirio antisemita
del “rapper del sudiciume”

Il rapper britannico Wiley , all’anagrafe Richard Kylea Cowie

di Carlo Breme –

Il rapper britannico Wiley (all’anagrafe Richard Kylea Cowie) noto come il “padrino del sudiciume”, è stato abbandonato dal suo manager dopo aver pubblicato sui social media una serie di post antisemiti durante il fine settimana.  “Sfiderei l’intero mondo della comunità ebraica da solo, non ho paura di poterli gestire”, ha scritto Wiley. Così come in un altro post, ha paragonato il popolo ebraico al Ku Klux Klan. “Ci sono 2 gruppi di persone che nessuno ha davvero voluto sfidare Jewish & KKK ma, essendo in attività da 20 anni, inizi a capire perché.”

Wiley, eJohn Woolf

Twitter ha sospeso l’account di Wiley prima per 12 ore e dopo per una settimana. Instagram ha eliminato alcuni dei suoi post. Il manager di Wiley, John Woolf, ha scritto su Twitter sabato mattina: “Seguendo i tweet antisemitici di Wiley  noi di @A_ListMGMT abbiamo tagliato tutti i legami con lui. Non c’è posto nella società per l’antisemitismo”.

Condividi