Edelstein respinge
l’ultimatum della Corte Suprema

Whats47

Yuli Edelstein

La Corte Suprema d’Israele ha intimato al presidente della Knesset, Yuli Edelstein, di mettere ai voti la  carica di presidente della knesset entro mercoledì. La sentenza arriva a seguito di una petizione presentata alla Corte da gruppi per i diritti civili che chiedono la ripersa dei lavori della Knesset nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia covid-19.

Il giudice della corte suprema Esther Hayu

Il giudice della corte suprema Esther Hayu

Edelstein, definendo “scorretto” l’intervento della Corte in un processo interno della Knesset, ha dichiarato: “Con tutto il rispetto, non accetto ultimatum”. E ha aggiunto: “Intendo mettere ai voti la posizione di presidente della Knesset il più presto possibile compatibilmente con le circostanze, e non oltre la data in cui la Knesset si riunirà per l’istituzione del governo”. Dopodiché la Corte Suprema ha ribadito all’unanimità l’ingiunzione a Edelstein ha indire il voto entro mercoledì.

(Israelenet)

 

Condividi