Edmondo Monti
Crescere insieme ad Israele

48379749_747793308915100_2430194677643739136_n

 A tutte le Associazioni Italia-Israele, a tutti i Presidenti e a tutti gli amici di Israele, voglio indirizzare il mio più sentito e caloroso augurio per un nuovo anno sereno e proficuo alle nostre attività di supporto ad Israele, al suo Popolo, alle sue Istituzioni e a chi li rappresenta. Il 2019 sarà un anno importante per la nostra Federazione che grazie a voi tutti sta riprendendo rinnovato e potente vigore dopo l’elezione del nuovo Consiglio direttivo e del Presidente. Il primo anno di una nuova gestione dopo l’ottima passata, ci sarà molto da lavorare e per ciò c’è bisogno della collaborazione attiva di tutti voi e soprattutto serve armonia e concordia.

monti

Edmondo Monti

Il 2019 sembra che sarà un anno di svolta anche per l’immagine di Israele nel mondo, i prodromi di questo cambiamento si sono cominciati a sentire già nel 2018 quando qualcosa è iniziato a cambiare nella sensazione di massa nei confronti del Paese a noi tanto caro: difendere Israele non è più un tabù, molti paesi hanno mutato il loro atteggiamento ed alcuni stanno progettando di trasferire le loro ambasciate da Tel Aviv alla Capitale, i terroristi vengono chiamati terroristi ed il sostegno a loro di una parte dell’Occidente non è più così scontato. Finalmente, poi, il turismo in Israele sta avendo un’inimmaginabile crescita e così anche i contratti commerciali e le collaborazioni scientifiche, culturali e sportive con Israele, come pure le linee aeree che si sono moltiplicate per collegare Israele al resto del mondo.

Nel 2019, per Israele, non solo si chiuderà l’anno di festeggiamenti per il 70° anniversario della Dichiarazione d’indipendenza, ma sarà pure il centenario di uno degli atti fondamentali che portarono alla nascita dello Stato: la Dichiarazione dell’Organizzazione Sionista sulla Palestina alla conferenza di pace di Parigi (per bocca di Chaim Weizmann che trent’anni dopo sarà il primo presidente d’Israele) il 3 febbraio 1919.

Un anno importante dunque sia per Israele che per noi che lo sosteniamo. Il mio augurio a voi tutti, per quest’anno che giunge sotto i migliori auspici per le nostre attività e per Israele, è di un anno sereno per voi personalmente e per le vostre famiglie, di un anno che porti tutto il meglio possibile ad Israele e ché il rinnovato vigore della Federazione, figlio dall’armonia e dalla concordia viste al congresso di Firenze, porti un clima sereno e collaborativo tra le Associazioni, con il proficuo coordinamento della Federazione ed in collaborazione con l’Ufficio della diplomazia pubblica dell’Ambasciata a Roma. Buon 2019, con tutto l’affetto ed il cuore e sempre guardando verso Israele!

Condividi