Friuli, cuore e cervello

La giunta regionale del Friuli Venezia Giulia

di Giorgio Linda –

Non mi sono mai inorgoglito di essere  italiano perché altri ( beati loro) ,in passato, hanno scritto, dipinto o scoperto cose meravigliose; e il Friuli per me è solo la regione in cui la mia famiglia, documentatamente, vive da oltre seicento anni. Aggiungo, per completare il mio autoritratto di “cattivissimo” , che fin da subito sono stato infastidito dal futile slogan “Andrà tutto bene”, convinto come sono che la cosiddetta ripartenza sarà la guerra di tutti contro tutti.

Giorgio Linda

Ebbene ,per onestà intellettuale, dal quotidiano locale riporto due notizie che hanno preso in contropiede il mio disincanto.  La prima . Nell’Aula del Consiglio regionale il consigliere di opposizione prof. Furio Honsell  (Open Sinistra FVG)ha pronunciato queste parole “ il lavoro illustrato dall’Assessore Riccardi ( Assessore alla Sanità e vice governatore ndr ) è stato davvero molto ampio.

Furio Honsell

L’impegno suo e dei suoi collaboratori nonchè l’etica del lavoro e della solidarietà dei lavoratori della sanità e dei volontari della Protezione Civile , unita al senso civico della nostra Regione, sono tali per cui non ho avuto mai alcun dubbio sulla risposta di altissimo livello con il quale questa emergenza  epidemiologia viene affrontata in FVG.  Esprimo quindi  i miei complimenti a tutti e l’incoraggiamento a continuare in questo senso” .

Riccardo Riccardi

Il quotidiano continua sottolineando che “il plauso del  consigliere regionale ha spiazzato anche Riccardi che non si aspettava di ricevere un  apprezzamento così sentito dai banchi dell’opposizione”

La seconda. Un ragazzo friulano  17enne che frequenta un istituto  rinomato  tecnico, aveva recepito attraverso la madre infermiera la necessità di presidi  di protezione  quali visiere. “

Avevo proposto agli insegnanti-rivela- di usare le stampanti 3D per realizzare mascherine “ ma , come da prassi, è stato ostacolato e bloccato dalla burocrazia (che in ambito scolastico attinge ai vertici della farraginosa ottusità ndr) . Ha chiesto allora il permesso alla Direzione dell’Ospedale di San Daniele in cui lavora la madre e , ottenuto l’assenso, (udite, udite) “ho comperato lastre in pvc, velcro, ho fatto un po’ di progetti “ ed ha confezionato  delle visiere che ha poi  donato all’Ospedale. D’accordo, due casi non fanno statistica , ma sono sufficienti  per cominciare la giornata meno sconfortati.

 

Condividi