Gaza, un nuovo ospedale

epa06484774 An employee of the Palestinian Health Ministry checks the men's section inside Beit Hanun Hospital in Beit Hanun, Gaza Strip, 29 January 2018 (issued 30 January 2018). The health situation in the Gaza Strip has deteriorated rapidly after the closure of Beit Hanun Hospital in the northern Gaza Strip, which stopped receiving patients and transferred the remaining patients to other hospitals after it run out of fuel due to the electricity crisis in the Gaza Strip. EPA/MOHAMMED SABER

Sono iniziati i lavori per la costruzione di un nuovo ospedale, per ora da campo, nel nord della Striscia di Gaza nel contesto di accordi volti a puntellare la tregua fra Israele e Hamas. Secondo fonti locali fra tre mesi il nuovo ospedale, finanziato in buona parte dal Qatar, sarà in grado di ricevere già centinaia di pazienti.

Nel quadro di quelle intese – mediate dall’Egitto e dall’emissario delle Nazioni Unite – sono inoltre previsti lavori di sviluppo di una importante linea elettrica fra Israele e Gaza, in modo di accrescere l’erogazione di corrente per i due milioni di abitanti della Striscia. Alcuni media anticipano anche che Israele sarebbe adesso incline ad autorizzare l’ingresso nel proprio territorio di alcune migliaia di manovali di Gaza, in un ulteriore tentativo di ridurre le tensioni. Ma questa notizia, apparsa inizialmente su un giornale arabo internazionale, non ha finora conferma diretta nè a Gaza nè in Israele.

(Ansamed)

Condividi