Gerusalemme, settemila case
al di là della linea verde

img745594

di Yair Shalom –

L’ufficio del Primo Ministro netanyahu ha dato il via libera al comitato di pianificazione e costruzione a Gerusalemme per discutere l’approvazione di circa 7.000 unità abitative in quartieri oltre la cosiddetta “linea verde”. Secondo Yisrael Hayom, ci sono circa 3.500 unità abitative a Gilo, un’altra circa 2.200 a Har Homa, 900 a Pisgat Zeev, 500 a Ramat Shlomo e altri 100 a Ramot.

A seguito della decisione dell’Ufficio del Primo Ministro, l’approvazione di più di 7.000 di queste abitazioni sarà accelerata in modo che in breve si possa cominciare a costruire.

Vicesindaco di Gerusalemme Ofer Berkovitz

Ofer Berkovitz

Il vicesindaco di Gerusalemme Ofer Berkovitz , che funge da presidente del comitato di pianificazione locale e di costruzione, ha detto che è stato compiuto un importante passo in avanti importante. “Mi congratulo con Netanyahu, che ha accelerato questa mossa e ha scongelato i piani di costruzione bloccati. Gerusalemme ha fame di case e non abbiamo soluzioni per le giovani coppie. D’ora in poi lavoreremo alacremente, faremo due riunioni la settimana, per accorciare al massimo i tempi”.

Ora  la speranza di molti è che Netanyahu approvi altri progetti destinati a costruire migliaia di unità abitative per residenti ebrei nel quartiere Givat Hamatos della capitale.

 

 

Condividi