Giordania, la Corte di Cassazione
“scioglie” i Fratelli Musulmani  

La Corte di Cassazione di Giordania ha decretato lo scioglimento del ramo locale dei Fratelli Musulmani, il gruppo islamista transnazionale già bandito in altri paesi e dichiarato terrorista in Egitto.

Secondo un alto funzionario di Amman, “la Corte ha emesso mercoledì un verdetto finale in cui dichiara che il gruppo dei Fratelli Musulmani è stato sciolto e ha perso il suo status legale per non aver conformato il suo status in conformità alla legge giordana”

La Giordania ha tollerato il braccio politico del gruppo per decenni, ma dal 2014 le autorità lo hanno definito illegale affermando che la sua licenza non è stata rinnovata ai sensi di una legge di quell’anno sui partiti politici.

Condividi