Guerra alla plastica
Bandite le posate monouso
dalla mensa scolastica di Tel Aviv

46479828_332240994261502_39361485482229760_n

di Amanda Gross –

La scelta non solo ha un valore altamente ambientale ma anche, un forte impatto pedagogico. Ed ha raccontarlo è la vice sindaco di Tel Aviv Tzipi Brand. “Oltre al valore ambientale della scelta tutto questo finirà col responsabilizzare i nostri figli rispetto al mondo futuro in cui cresceranno”.

E così la Municipalità di Tel Aviv-Giaffa ha annunciato che entro la fine del 2019 eliminerà dalle mense scolastiche tutte le posate e stoviglie di plastica monouso. Sono circa 20.000 gli alunni che pranzano ogni giorno nelle scuole della città: dall’anno nuovo gli studenti saranno dotati di kit individuali lavabili e riutilizzabili. Nelle scuole materne saranno installate decine di lavastoviglie per assistere il personale.

index

Decisione similare anche ad Holon, una città a sud di Tel Aviv, dove è stato deciso di vietare la plastica usa e getta dagli asili nido. Oltre all’impatto ambientale dei rifiuti di plastica, il Comune ha spiegato che alla base della decisione c’è il pericolo per la salute rappresentato dal rilascio di prodotti chimici di plastica in alimenti caldi. Inoltre, “i bambini che si assumono la responsabilità della pulizia delle stoviglie imparano a essere indipendenti e responsabili, e questa è un’importante attività educativa…”

Condividi