Guerriglia al confine
Tre morti a Gaza

WhatsApp_Image_2018-06-08_at_16.27.54_(1)

Diecimila rivoltosi hanno bruciato pneumatici, lanciato granate, molotov e   aquiloni con ordigni esplosivi e incendiari contro le truppe dell’Idf al confine di Gaza. Truppe che hanno risposto con mezzi di dispersione antisommossa ed azioni in conformità con le regole di ingaggio.

WhatsApp_Image_2018-06-08_at_16.27.54_(2)Il bilancio di questa giornata di guerriglia ha registrato almeno 3 morti e oltre 500. Ad affermarlo i media palestinesi secondo cui almeno 80 dei feriti sarebbero stati colpiti “da proiettili veri”. Tra le vittime, uno ha perso la vita vicino a Khan Jounes nel sud della Striscia e un altro a Jabaliya a nord di Gaza City.

Il Comitato organizzatore – sempre secondo i media palestinesi – ha dichiarato conclusa la ‘Marcia del Ritorno’ di oggi legata alla ‘Giornata per Gerusalemme” Le autorità militari israeliane hanno intanto messo in stato di allerta le batterie di difesa Iron Dome nella zona di Israele più vicina a Gaza nel timore che si verifichino lanci di razzi dalla Striscia. Lo ha riferito la radio militare. In precedenza quell’area era stata proclamata ‘Zona militare’, preclusa cioé agli israeliani che non vi risiedono abitualmente.

Condividi